COME

La frittura senza glutine: 4 ricette fondamentali di pastella gluten free

31 marzo 2017
frittura gluten free - ricette pastella senza glutine

Esistono diversi tipi di pastella da frittura, dalla più spessa alla più leggera, a seconda del tipo di ingrediente che vorrai avvolgere.

Se sei già abituata a cucinare gluten free, allora saprai già che in alcuni casi dover cucinare senza glutine non costituisce assolutamente un problema, perché gli amidi che ti sono permessi che hai a disposizione sono veramente molti.

Si tratta solo di trovare le ricette adatte e memorizzare quelle che ti piacciono di più.

Pastella leggera senza glutine per verdure e gamberi

Questa pastella è preparata con lo stile del tempura giapponese. Devi farla all’ultimo secondo, quando tutti gli ingredienti da friggere sono già pronti e l’olio caldo al punto giusto.

  • 250 g di miscela di farine senza glutine per uso comune
  • 500 g d’acqua minerale gasata
  • 1 bustina di lievito chimico
  • 2 cucchiai di olio di sesamo

Metti la farina in una ciotola e unisci lievito e olio.

Aggiungi gradualmente l’acqua minerale freddissima, mescolando dal basso verso l’alto con una frusta a mano.

Non devi battere il composto ama semplicemente mescolarlo, perché la pastella deve risultare spessa, appiccicosa ma soprattutto non liscia.

Per ottenere il risultato migliore, scalda olio di arachidi a 180°C e immergi le verdure (appena sbollentate) o i gamberi bene asciutti nella pastella per un istante, un pezzo per volta, prima di farli scivolare nell’olio.

Pastella alla birra senza glutine

Questa è la pastella più comune e versatile, un grande classico. È particolarmente adatta per friggere “all’italiana” belle foglie di salvia, carciofi a spicchi, cimette di cavolfiori e in generale ingredienti dal sapore abbastanza deciso.

  • 240 g di miscela di farine senza glutine per uso comune
  • 400 g di birra senza glutine

Mescola bene i due ingredienti e lascia riposare in frigorifero per 30 minuti.

La frittura ideale con questa pastella si ottiene a 170-180°C in olio d’oliva molto leggero (mai extravergine). Anche in questo caso, il segreto della buona riuscita è una pastella molto fredda, quindi devi immergere gli ingredienti nella pastella ma friggere poco per volta per non abbassare la temperatura dell’olio.

Pastella senza glutine con albumi montati

Puoi utilizzare questa pastella a base di uova a piacimento, dal momento che ha un sapore neutro. È molto soffice ed elastica ed è in assoluto la pastella migliore per friggere mele, pere o banane ma anche verdure dolci, come larghe fette di patate, zucca o zucchine.

Ricordati che nella pastella non devi mai aggiungere sale, per evitare che assorba troppo olio in frittura

  • 2 uova
  • 160 g di miscela di farine senza glutine per uso comune
  • 200 g di latte

Separa i tuorli dagli albumi e monta questi ultimi a neve.

Sbatti i tuorli con latte e farina, poi incorpora delicatamente gli albumi. Immergi gli ingredienti nella pastella e non scolarli troppo prima friggerli.

Pastella di patate senza glutine

Questa pastella è molto densa, così densa che potrebbe essere fritta da sola. Puoi usarla proprio quando vuoi che la pasta sia preponderante rispetto al ripieno, sia con verdure sia con frutta (in quest’ultimo caso puoi aggiungere poco zucchero all’impasto)

  • 200 g di patate
  • 1 uovo
  • 50 g di farina di riso
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di amido di mais
  • 80 g di panna liquida fresca
  • latte intero q.b.
  • 1 bustina di lievito chimico
  • 30 g di zucchero (solo per frittelle dolci)

Lessa le patate con la buccia e schiacciale come per fare gli gnocchi.

Aggiungi l’uovo leggermente sbattuto con la panna (e con lo zucchero se lo vuoi fare dolce) e le farine.

A questo punto aggiungi tanto latte quanto ti serve per ottenere un composto molto appiccicoso che puoi prendere e modellare con due cucchiai.

Per ultimo aggiungi il lievito.

Aggiungi l’ingrediente che vuoi friggere in pastella (erbe tritate, cipolla, mele, uvetta etc) e friggine poco per volta.

    Leave a Reply